Robotlab: la generazione Z e i loro genitori incontrano Nao, Cubetto e EV3

Laboratori di robotica per avvicinare bambini e ragazzi al pensiero computazionale

Forte della propria esperienza e della corposa partecipazione ai workshop organizzati durante la manifestazione milanese STEMinthecity (http://www.ewgf.eu/evento/robotlab-cubettohttp://www.ewgf.eu/evento/robotlab-robotica-educativa-con-lego-education-wedo-20) e il 1° Festival Internazionale della Robotica a Pisa, che hanno visto coinvolti oltre quattrocento bambini e ragazzi, Women&Tech-Associazione Donne e Tecnologie continua il proprio percorso di educazione digitale per i giovanissimi proponendo 3 nuove sessioni di RobotLab, laboratorio di coding e robot parte integrante del progetto FutureCamp Europe New Jobs for the Future. La quarta edizione di Robotlab è prevista per domenica 21 gennaio 2018 presso lo Showroom di Microsoft House (Milano, Viale Pasubio).

La novità di questa edizione consiste nella presenza di 80 ragazzi accompagnati da 120 adulti: un incontro tra generazioni diverse e i robot Nao, Cubetto e EV3.

 

Scopriamo Cubetto e Nao (laboratorio per bambini dai 4 ai 7 anni)

Cubetto è un robot di legno molto amichevole che farà scoprire ai bambini le basi della programmazione attraverso semplici giochi. Nao è un robot umanoide fra i più evoluti in circolazione, che farà scoprire ai bambini che tutti i robot sono semplici da programmare.

Al lavoro con Lego Mindstorm Education Ev3 (laboratorio per ragazzi dai 9 ai 13 anni)

In soli 45 minuti i ragazzi impareranno a costruire un robot in grado di svolgere attività in modo completamente autonomo, con l'utilizzo della terza generazione di tecnologie robotiche LEGO® Mindstorms Education, motori, sensori e programmazione.

 

Il progetto complessivo “Women&Technologies 2008-2020”, fil rouge di tutte le iniziative dell’Associazione, comprende conferenze internazionali, Talk-Event, il Premio Tecnovisionarie® e percorsi di orientamento per gli studenti, “Future Camp Europe”, che hanno portato i ragazzi alla scoperta delle nuove professioni legate a genetica, agricoltura, nanotecnologie, robotica, biotech, green economy, nutrizione, nuovi materiali.

Sostiene Gianna Martinengo, ideatrice del progetto FutureCamp Europe: “Osservando lo sviluppo rapido del villaggio globale, appare chiaro che molti mestieri di domani non esistono ancora. E’ importante perciò riflettere sulla domanda futura, prima ancora di preparare l’offerta formativa di oggi. FutureCamp Day, Sees, OrientaCamp sono tutte iniziative di FutureCamp Europe sperimentate per incoraggiare e guidare i giovani a scoprire i settori professionali emergenti in Italia e in Europa”. 

 

In collaborazione con

Microsoft

 

24 Gennaio 2018
Promotore: 
Women&Tech - Associazione Donne e Tecnologie
Condividi: