Salvatore Torrisi

Amministratore Delegato
Agroindustry Advanced Technologies S.p.A.
 

Nato a Catania il 07/07/1941.

1963: Consegue la Laurea in Scienze Agrarie presso la Facoltà di Agraria dell’Università di Catania con votazione 110/110 con lode.

1964-1966: Frequenta il Citrus Research Center di Riverside, Università di California  per due anni in qualità di ricercatore e consegue il PHD in Fisiologia delle Piante con una tesi di ricerca successivamente pubblicata nella ‘ American Society of Horticultural Science’

1966: Al suo ritorno in Italia, l’IRFIS pubblica il suo libro “ Aspetti tecnici della coltivazione degli agrumi “      

1967: Inizia la sua carriera professionale come agronomo e specialista nutrizionale degli agrumi           
 
1969: Fonda la ‘Agriculture Industrial Development’ (A.I.D.) S.p.a

1970: Collabora, in qualità di consulente per la ‘Compagnie Sucreiere’, allo sviluppo di 7000 ettari di piantagione di canna a zucchero  in Senegal.

1971-1985: Nella qualità di Managing Director  della Agricolture Industrial Corporation, in questi anni   realizza  vendite per oltre  200 milioni di dollari. Il maggiore settore d’attività è caratterizzato dalla costruzione degli irrigatori sottochioma e soprachioma ed di nuovi sistemi a spruzzo ed a goccia  per coltivazioni di frutta da impiegare nelle azienda agricole  per oltre 20.000 ettari. Questi impianti vengono realizzati in Italia ed in particolare viene sviluppata l’attività estera nel settore di bonifica ed irrigazione in Libia, Arabia Saudita, Emirati Arabi, Iraq e Giordania per complessivi 40 milioni di dollari. Sono prodotti e venduti oltre 6000 ventilatori antigelo installati in Italia ed esportate principalmente in Grecia, Francia e Stati Uniti (California). Tra il 1979 ed 1980 getta le basi per l’avviamento e la trasformazione della AID in azienda di alta tecnologia e viene realizzato il nuovo Centro di Ricerca e Sviluppo di nuove tecnologie per l’agricoltura. Realizza studi, progettazione e realizzazione di 10 stabilimenti per lavorazione ed imballo di agrumi, uva, pere, pesche e centri di stoccaggio del grano oltre a  progetti chiavi in mano per opere di bonifica e irrigazione in Libia ed Arabia Saudita per oltre 30 milioni di dollari

1982-1983:  Importanti progetti di ricerca vengono avviati nel settore delle biotecnologie e  della robotica con un investimento totale di 10 milioni di dollari in 5 anni. Il Centro di ricerca impiega oltre 40 ricercatori e tecnici altamente qualificati.

1984-1985: Tra gli altri progetti viene sviluppata una nuova macchina per la protezione dal gelo la “Polyguard” per la difesa integrata delle colture con un sistema totalmente automatizzato per la protezione combinata sia di antigelo che per effettuare qualsiasi trattamento a livello fogliare su agrumeti, vigneti e frutteti.  In 10 anni, tra il 1983 ed ’93 vengono vendute oltre 1200 unità per 50 milioni di euro.

1992-1993:  Viene avviato un nuovo progetto di ricerca con un investimento di 5 milioni di dollari per lo sviluppo di un avanzato robot raccolta arance. Il progetto è stato completato nel 2003 con la realizzazione di un prototipo precompetitivo funzionante in campo.

1998: Il dr. Torrisi, fonda una nuova azienda, la  AAT Agroindustry Advanced Technologies spa assumendo il ruolo  di  Managing Director. La AAT che  incorpora tutte le attività agroindustriali della casa madre AID, sviluppa e produce con un sostanziale investimento in R&D depositandone  il brevetto a livello mondiale, una macchina automatica per l’estrazione del succo  per fast food, catene alberghiere, e più recentemente,  il modello vending per le scuole, piccoli e grandi uffici, e aziende. Questo nuovo prodotto nel periodo 1998-2004 ha generato vendite complessive per oltre 30 milioni di euro. Oltre 10.000 spremiagrumi Oranfresh sono state esportate fino ad ora in più di  40 paesi in tutto il mondo. 
La missione della compagnia è aumentare il consumo di succo fresco prodotto all’istante. Tra i maggiori clienti vi sono Autogrill, IKEA, tutti i bar degli aeroporti italiani, la catena Doutor in Giappone con oltre 1500 ristoranti fast food, etc.

2002-2006: L’azienda è impegnata nella ristrutturazione degli impianti di produzione con un investimento totale di  oltre 4 milioni di euro finalizzato alla produzione sul mercato mondiale di nuove macchine spremiagrumi e nuove tecnologie di processo per prodotti freschi di quarta gamma sia per il settore commerciale che per il consumo diretto e nel 2006 introduce il primo piccolo robot spremiagrumi  per gli esercizi commerciali.

2007: La AAT diventa una SpA di cui il dott. Salvatore Torrisi è l’Amministratore Delegato. Il 29 novembre il dott. Salvatore Torrisi riceve al Palazzo del Quirinale (Roma) il “Premio Leonardo Qualità Italia 2007” premio del Ministro del Commercio Internazionale per l’Innovazione e l’Export conferito dal Presidente Napolitano alla Agroindustry Advanced Technologies.

2008: Viene lanciata con successo sul mercato la nuova Vending OR100 altamente innovativa tra tutti i distributori automatici in commercio.

2009: Viene lanciata con altrettanto successo la prima spremiagrumi automatica di basso costo per uso familiare la cui distribuzione sui mercati internazionali viene attuata grazie all’elevato potenziale di vendita derivante dal moderno design “Made in Italy “e dalla componente innovativa del processo di spremitura.

L’azienda sempre in continua evoluzione con ricerche e progetti innovativi, oggi impiega circa 70 addetti tra ricercatori, tecnici qualificati ed impiegati oltre a consulenti specializzati per specifici progetti di alta tecnologie.

 

Condividi: