Paolo Milani

Direttore Scientifico, Fondazione Filarete.

 

Paolo Milani è Professore Ordinario di Struttura della Materia presso il Dipartimento di Fisica dell'Università di Milano. Laureato in Fisica all'Università di Pavia nel 1984, ha conseguito il titolo di Docteur es Sciences presso l'Institut de Physique Experiméntale dell’Ecole Polytechnique Fédérale di Losanna (CH) nel 1991. Dal 92 lavora presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Milano dove ha fondato e dirige il Laboratorio di Getti Molecolari e Materiali Nanocristallini.
Svolge attività di ricerca nel campo dei materiali nanostrutturati ed in particolare dei sistemi a base di carbonio e di ossidi di metalli di transizione. E’ inoltre attivo nel campo dei materiali nanostrutturati per la produzione e l’immagazzinamento di energia e nella nanomedicina Ha pubblicato 170 articoli su riviste internazionali e numerosi articoli di rassegna. E’ autore di una monografia sui fasci supersonici di nanoparticelle per la sintesi di sistemi nanostrutturati.
E’ attualmente Direttore del Centro Interdisciplinare Materiali e Interfacce Nanostrutturati dell’Università di Milano, Coordinatore del Dottorato in Nanotecnologie per la Medicina promosso dalla Scuola Europea di Medicina Molecolare e dall’Università di Milano, Direttore Scientifico della Fondazione Filarete. E’ membro del Comitato scientifico del Museo Nazionale di Scienza e Tecnologia “L. da Vinci” e dell’Osservatorio Innovazione e Credito della Camera di Commercio di Milano. Ha svolto il ruolo di consulente per le nanotecnologie per il Comitato Sociale ed Economico dell’Unione Europea.
E’ editore della serie “Carbon Materials Chemistry and Physics”, per la casa editrice Springer, Regional Editor del Journal of Nanoparticle Research e membro dell’Editorial Board del Journal of Nanoscience and Nanotechnology, Open Biomedical Engineering Journal e Research Letters in Nanotechnology.
Per i risultati ottenuti durante la sua attività scientifica ha ricevuto il premio “U. Campisano” dell’Istituto Nazionale per la Fisica della Materia (2000) ed il Premio “L. Tartufari” dell’Accademia Nazionale dei Lincei (2006).
E’ titolare di sette brevetti nel campo delle nanotecnologie. E’ socio fondatore della società TETHIS srl che si occupa dello sviluppo e della commercializzazione di processi industriali basati sulle nanotecnologie per applicazioni in campo sensoristico e biomedico.

 

Condividi: