Le dieci Tecnovisionarie® 2018 che inventano e trasformano il futuro

L’associazione Women&Technologies ha assegnato il Premio Internazionale Tecnovisionarie® 2018, XII edizione, attribuito ogni anno a donne che, nella loro attività professionale, hanno testimoniato di possedere visione, privilegiando l’impatto sociale, la trasparenza nei comportamenti e l’etica

 

Milano, 21 Maggio 2018 – Dopo quasi un anno di lavoro e centinaia di candidature vagliate, la Giuria esaminatrice, presieduta da Diana Bracco e Gianna Martinengo - fondatrice di Women&Technologies -  insieme ad altre autorevoli giurate, ha assegnato la tela Anità della XII edizione del Premio Internazionale Tecnovisionarie®, nel corso della cerimonia di premiazione che si è tenuta quest’oggi al Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.

Il Premio Tecnovisionarie® 2018 va a:

  • Vania e Jessica Alessi, Founders of Secretary.it per la Categoria Digital Communities
    consegna il Premio Franco D’Alfonso, Consigliere, Comune di Milano
  • Laura Biancalani, General Director, Andrea Bocelli Foundation per la Categoria Sostenibilità culturale ed etica
    consegna il premio Arianna Alessi, Vice presidente Only The Brave Foundation
  • Maria Chiara Carrozza, Professor of Biorobotics, Area Leader of Neuro-Robotics – The Biorobotics Institute, Scuola Superiore Sant’Anna per la Categoria Robotica
    consegna il premio Diana Bracco, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Bracco
  • Elisa Di Lorenzo, Co-founder & CEO, Untold Games per la Categoria Videogames
    consegna il premio Thalita Malagò, Direttore Generale AESVI
  • Doris Messina, Open Banking Director, Gruppo Banca Sella per la Categoria Fintech
    consegna il premio Luca Valerio Camerano, Amministratore Delegato A2A
  • Paola Corna Pellegrini, CEO Allianz Partners per la Categoria Digital Customer Experience
    consegna il premio Patrizia Rutigliano, Execuitve Vice President Governament Affairs, CSR  e Communication SNAM
  • Arianna Fontana, President of Confartigianato Milano per la Categoria Impresa 4.0
    consegna il premio Federica Villa, Dirigente Presidenza e Relazioni Istituzionali Camera di Commercio di Milano
  • Sarah Varetto, Director of Sky TG24 per la Categoria Media
    consegna il premio Luciano Carbone, Chief Corporate Officer, SEA

Due premi speciali: per la Categoria Europa a Mariya Gabriel, Digital Economy and Society, Commissioner, Europea Commission (consegna il premio Patrizia Toia, Vice Chair of ITRE, Commitee on Industry, Research and Energy, European Parliament); per la Categoria PA a Roberta Cocco, Assessore alla Trasformazione digitale e Servizi civici, Comune di Milano (consegna il premio Anna Scotti).

Sono donne imprenditrici, professioniste, manager e brillanti talenti visionari legate da un unico filo: la voglia di “cambiare e trasformare il futuro” per contribuire a costruire la società di oggi e domani. Una società fondata sull’ingegno e il riconoscimento del talento, la vocazione all’etica, alla trasparenza e all’inclusione, perché solo uniti si può indurre quel cambiamento necessario alla crescita del Paese, in un momento in cui velocità, innovazione e tecnologia sono imperanti nella scena competitiva.

L’Italia e l’Europa hanno capito l’importanza della corsa verso il digitale e ora si tratta di agire rapidamente. Una sfida che oggi può essere vinta grazie all’efficacia dell’intervento pubblico, alla competitività delle imprese e alla costruzione di un dialogo partecipato tra pubblico e privato, ma soprattutto con la valorizzazione del ‘talento’, promuovendo una reale cultura dell’inclusione, come testimoniano le due ospiti d’eccezione dei Premi Speciali Tecnovisionarie® 2018 che sono intervenute alla cerimonia di Premiazione.

"È un vero onore ricevere questo premio. Sono orgogliosa di essere riconosciuta come ‘Tecnovisionaria’ nel mio settore e di far parte di una comunità di donne e uomini che condividono una visione strategica per il mondo in cui viviamo, che sta attraversando un processo di digitalizzazione in rapida evoluzione” – afferma Mariya Gabriel, Digital Economy and Society, Commissioner Europa Commission, il più giovane Commissario Europeo eletto finora, approvata con una larga maggioranza – “Abbiamo recentemente raggiunto alcuni risultati significativi per la trasformazione digitale della nostra economia e della nostra società. Ora abbiamo bisogno di unire gli sforzi per far sì che questo sia un successo a beneficio di tutti i cittadini."

Roberta Cocco, Assessore a Trasformazione digitale e Servizi civici, Comune di Milano aggiunge: “Quando ho iniziato a lavorare nel settore dell’innovazione le donne si potevano contare sulla punta delle dita. Io ero giovane, appena laureata e provenivo da un percorso di studi umanistico. Quasi un trentennio dopo mi trovo su questo palco con in mano un premio come ‘tecnovisionaria’: una definizione che rispecchia la mia vita, non solo lavorativa.  Ho mosso i primi passi nel mondo della tecnologia in una multinazionale che sapeva vedere ‘oltre’, che mi ha insegnato ad allargare i miei confini e a immaginare un futuro dove il digitale sarebbe stato sempre più presente nelle nostre vite. Dopo 25 anni di sfide – alcune perse ma tante vinte – ho deciso di accettare l’invito del sindaco Giuseppe Sala ad accelerare la trasformazione digitale di Milano.  Una nuova, entusiasmante sfida che da quasi due anni mi appassiona e mi permette di incidere nella vita dei cittadini mettendoli al centro delle azioni innovative del Comune di Milano. L’obiettivo è rendere la vita di tutti i milanesi più semplice grazie all’uso della tecnologia. Oggi per molte persone questa è ancora un’utopia: non lo nego, c'è ancora tanto da fare. Ma da buona ‘tecnovisionaria’ e da inguaribile ottimista lavoro ogni giorno per provare a trasformare il futuro prossimo nel nostro presente”.

Promuovere la condivisione e lo scambio di esperienze e competenze negli ambiti della tecnologia, innovazione sociale, sostenibilità, inclusione capitale umano, life science, arte, cultura, creatività, gender gap e diversity, è l’obiettivo primario e il DNA che guida Women&Technologies – Associazione Donne e Tecnologie. Un network di professionalità e di persone permeato dai principi dell’innovazione in tutte le sue componenti che ad oggi ha già raggiunto 3150 individui con lo scopo di favorire la cultura e lo scambio di esperienze, creando opportunità con uno sguardo particolare alle giovani generazioni. E il Premio Tecnovisionarie® ne rappresenta il momento di celebrazione e di ispirazione.

“Le nostre Tecnovisionarie® rappresentano un importante serbatoio di talenti femminili di cui il nostro Paese dispone” – afferma Gianna Martinengo, ideatrice di Women&Technologies  – “Ma soprattutto, il loro merito, la capacità e la determinazione sono state riconosciute, valorizzate e premiate con la carriera, il successo e i traguardi raggiunti. Il Premio Le Tecnovisionare® vuole essere un tributo alla loro intraprendenza e un incoraggiamento per i giovani a guardare positivamente al futuro”.

Appuntamento al 2019.

 

Il Premio internazionale Tecnovisionarie® è promosso da Women&Tech – Associazione Donne e Tecnologie, fondata da Gianna Martinengo per valorizzare il talento femminile nella tecnologia, nell’innovazione e nella ricerca scientifica, per promuovere progetti e azioni finalizzati alla lotta agli stereotipi e alla discriminazione di genere e per contribuire all'orientamento dei giovani ai mestieri del futuro e verso modelli imprenditoriali sostenibili (www.womentech.eu).

 

Per informazioni:

Ufficio stampa Tecnovisionarie®: ufficiostampa@donnetecnologie.org – tel. 0230516019
Women&Tech – Associazione Donne e Tecnologie: segreteria@donnetecnologie.org – 0230516019

21 Maggio 2018
Condividi: