Intervento di Imene Ouzari Cherif | Women&Technologies: e-Nutrition (Edizione 2012)

Women&Technologies: e-Nutrition (Edizione 2012)
Tavola rotonda "Alimentazione e Sostenibilità"

In Tunisia la quantità e qualità dell'acqua disponibile sono sempre più minacciate a causa dei cambiamenti climatici e dell'inquinamento (organico ed inorganico). Il Governo è consapevole dei rischi di tale situazione e cerca di incoraggiare gli agricoltori verso una agricoltura biologica senza uso di pesticidi, una migliore gestione delle risorse idriche e procedure di trattamento delle acque per un loro riutilizzo.
Nelle zone aride si incentivano i coltivatori ad aderire ai "gruppi di interesse collettivo" attraverso l'uso di attrezzature in uno stampo cooperativo con performances pensate per minimizzare le perdite di acqua. Un esempio è il progetto europeo BioDesert, che ha l'obiettivo di trasmettere le conoscenze acquisite ad un livello internazionale, nazionale e regionale, con un'attenzione particolare dedicata alla microbiologia, attraverso una selezione di batteri capaci di fissare l'azoto del terreno e renderlo disponibile alle coltivazioni evitando/diminuendo l'uso di fertilizzanti.
Gli stessi batteri stimolano la crescita delle piante attraverso la produzione di sostanze che permettono di resistere alle difficili condizioni climatiche e che proteggono da fitopatogeni; ad esempio sono stati isolati microrganismi, che aderiscono alle radici, con una potente azione antifungina.

Orario dell'intervento: 
12:10 - 12:20

Intervento di Imene Ouzari Cherif

Data intervento: 
Martedì, 6 Novembre, 2012

Ecole Supérieure des Industries Alimentaires, University of Tunisi.
 

Condividi: