FutureCamp Europe: Biotech – Job projects for young people

Il Microbioma: il buono, il brutto, il cattivo…

 

Milano, 28 settembre 2017 – 9.30 / 13.00
Dipartimento di Scienze Farmaceutiche - Aula C03 - Via L. Mangiagalli 25 Milano

 

Milano, 26 settembre 2017 – Giovedì 28 settembre, si svolgerà la XII edizione di “FutureCamp Europe: job projects for young people”: un incontro interattivo, ideato e organizzato dall’Associazione Donne e Tecnologie, con la collaborazione del COSP (Centro per l'Orientamento allo Studio e alle Professioni) dell’Università degli Studi di Milano. L’evento è rivolto a giovani, docenti e genitori interessati a scoprire e capire come addentrarsi e orientarsi nei settori professionali emergenti in Europa nel prossimo futuro.

"FutureCamp Europe: Biotech" si svolgerà̀ all'interno della IV edizione della European Biotech Week: un’intera settimana (dal 25 settembre al 1 ottobre) dedicata al settore delle biotecnologie e promossa da EuropaBio (Associazione europea delle biotecnologie). Assobiotec è il partner italiano della manifestazione e il promotore di numerose iniziative su tutto il territorio nazionale, volte a far conoscere il ruolo delle biotecnologie nel miglioramento della qualità̀ della vita.

“Microbioma: il buono, il brutto e il cattivo…” è l’argomento trattato nell’ edizione 2017 di “FutureCamp Europe, con la partecipazione di esperti di vari settori, dalla medicina all’agroalimentare, alla cucina, che accompagneranno i partecipanti attraverso un viaggio fantastico in un mondo tutto da scoprire, che apre le porte ad opportunità professionali in rapidissimo sviluppo.

Il nostro corpo ospita circa 100 trilioni di cellule microbiche, la maggior parte delle quali è inoffensiva, e molte sono importanti per la nostra salute (ad esempio contribuendo ai processi digestivi o coadiuvando il sistema immunitario). Tuttavia alcuni micro-organismi sono dannosi per l’organismo umano che li ospita e sono stati associati a numerose condizioni patologiche. L’insieme delle cellule microbiche che abitano il corpo sono definite “microbioma”.

L’incremento delle conoscenze relative al microbioma sta diventando motivo di attrazione per l’industria biotecnologica, tanto che molte società cercano di sviluppare nuove terapie che alterino il microbioma a beneficio della salute, sia come farmaci che come integratori alimentari, o sfruttare il potenziale del microbioma per migliorare l’aspetto estetico. Tuttavia lo sfruttamento del microbioma può trovare applicazione in diversi altri settori, come la salute dell’ambiente e della vegetazione, in generale nel settore agricolo o agroalimentare, nel settore della produzione di energia, etc.

 

Secondo Daniela Jabès, membro del Comitato Direttivo dell’Associazione, ideatrice e coordinatrice dell’evento: “In futuro vedremo il microbioma come un “assistente silenzioso” in molti settori della nostra vita, e crescerà l’esigenza di nuovi profili professionali per soddisfare la richiesta crescente di professionalità altamente specializzate”.

 

Dall’incontro e confronto diretto con queste realtà̀, oltre 180 studenti provenienti dall’ITIS Enrico Mattei di San Donato Milanese, dall’ITIS Cannizzaro di Rho, e dall’Istituto Leone III di Milano, potranno ricevere informazioni teoriche e pratiche e ricavare stimoli per la definizione e costruzione di un percorso di studi in sintonia con le proprie inclinazioni e le richieste del mercato del lavoro” commenta Maria Luisa Nolli attuale presidente dell’Associazione.

 

Porteranno la propria testimonianza: Fabio Piccini, Fabio Rinaldi, Diego Mora, Carlo Nesler, Maria Luisa Nolli, Daniela Jabes, Marina Carini.

Saranno presenti, tra gli altri, Rita Fucci, Veronica Cremonesi, Giusi Gambino, Barbara Rosina.

 

I partecipanti riceveranno documentazione e gadget messi a disposizione da Federchimica, da COSP, e da Women&Tech - Associazione Donne e Tecnologie. 

26 Settembre 2017
AllegatoDimensione
PDF icon press_release_fc2017_v4.pdf352.28 KB
Condividi: