Donne nella Scienza: Women&Tech per #STEMintheCity 2020

20 videointerviste a disposizione per l’edizione tutta virtuale dell’evento

Anche quest’anno Women&Tech, Associazione Donne e Tecnologie guidata dalla Presidente e Fondatrice Gianna Martinengo, partecipa attivamente a #STEMintheCity, l’iniziativa promossa dal Comune di Milano – in collaborazione con importanti realtà del settore pubblico e privato e il sostegno delle Nazioni Unite – per “diffondere la cultura delle STEM, rimuovere gli stereotipi culturali che allontanano le ragazze dai percorsi di studio nelle materie tecnico-scientifiche”.

A causa dell’epidemia di Covid-19, l’appuntamento del mese di aprile con i giovani, il mondo delle scienze e il futuro è stato completamente digitalizzato. Al posto degli eventi nelle scuole, nelle biblioteche, nei centri di aggregazione, verranno pubblicati sul sito gratuitamente contenuti formativi, esperienze in video e risorse on-demand.

Il tema dell’edizione 2020 di #STEMintheCity è “Sosteniamo il futuro”, con  particolare riferimento alla Stem Generation.

Women&Tech, impegnata attivamente nei progetti legati ai giovani e alle nuove professioni, ha deciso di contribuire con ciò che ha di più prezioso, l’esempio, mettendo a disposizione degli utenti 20 videointerviste realizzate ad altrettante donne che hanno costruito qualcosa di importante e significativo nel proprio ambito professionale di riferimento. Sono le “Donne nella Scienza”, raccontate anche nell’omonimo portale (www.donnenellascienza.it), sempre curato dall’Associazione, dedicato ad alcune grandi donne, soprattutto italiane, che si sono distinte in ambito scientifico e tecnologico, dall’antichità ai giorni nostri.

 

Nelle 20 interviste proposte per #STEMintheCity spazio a scienziate, imprenditrici, accademiche; donne associate a Women&Tech, sostenitrici, ma anche donne che hanno ricevuto l’ambito Premio Internazionale Tecnovisionarie®.

 “Riteniamo – spiega la Presidente – che ascoltare l’esperienza di questi personaggi, che hanno contribuito e stanno contribuendo in positivo a cambiare il mondo, possa essere di ispirazione alle giovani e ai giovani. Le videointerviste si presentano così come un ‘faro’ nella notte, non solo per gli anni che seguiranno il post-Coronavirus, ma anche per il quotidiano, a partire da oggi”.

Tutte le interviste, rese disponibili in occasione di #STEMintheCity saranno anche visionabili sul portale Donne Nella Scienza.

Condividi: