“Quello che gli uomini non dicono”: Women&Tech lancia il video “al maschile” per raccontare – e ringraziare – il “femminile”

Il progetto conferma i valori dell’Associazione e rende omaggio a tutte le donne e al loro ruolo – fondante per la società - culturale ed educativo

 

Milano, 4 dicembre 2018 - Women&Tech-Associazione Donne e Tecnologie lancia in questi giorni, su tutte le piattaforme Social, il video Quello che gli uomini non dicono”, nel quale, in modo molto emozionale, racconta la sua essenza e i valori in cui si riconosce.

Nel video, visibile al link www.womentech.eu, bambini, ragazzi e uomini descrivono tratti femminili senza mai citare il soggetto o i soggetti a cui sono riferiti. Solamente alla fine si scopre che bontà, dolcezza, accudimento, responsabilità, accoglienza descritti con così tanta delicatezza erano riferiti alle madri, donne, figlie, sorelle dei protagonisti.

La scelta di utilizzare il video come strumento di comunicazione punta a far emergere la peculiarità dell’Associazione e a descriverla in modo “plastico” e molto impattante, in modo che lo spettatore possa trattenere per sé messaggi chiari e coltivare la stessa passione e mission proposta da Women&Tech.

Raccontano la Fondatrice, Gianna Martinengo, e la Presidente, Olga Iarussi: “Women&Tech non è impegnata quotidianamente solo nella divulgazione delle tematiche tecnologiche e nella disseminazione della cultura legata all’It. Ciò che interessa a tutte le associate, appartenenti al mondo dell’imprenditoria, dell’università, della pubblica amministrazione, è la relazione, tra le persone, tra gli uomini e le donne, tra le diverse generazioni. Alle donne viene oggi riconosciuto – finalmente con la giusta evidenza – un ruolo di grande spessore, culturale ed educativo, all’interno della società italiana. Consapevoli dei vari gap che ancora insistono tra le figure maschili e quelle femminili, le donne non si stancano di insegnare – ai figli, futuri uomini – il rispetto per ogni persona. Questo ci piace ricordare, anche con le immagini, la musica e la sceneggiatura”.

In un contesto in cui molto spesso la presa di coscienza del ruolo femminile è ancora guardato con un certo sospetto o fastidio, il video di Women&Tech-Associazione Donne e Tecnologie mette un punto fermo e fa emergere in modo naturale la bellezza e il legame di reciproco affetto e “bisogno” che unisce uomini e donne, lontano dallo stereotipo che vuole il maschio “chiuso” nei suoi sentimenti e poco incline ad attestazioni di stima e affetto.

Il progetto del video è stato seguito da Gianna Martinengo e Olga Iarussi grazie al sostegno di Attila & Co. e con la collaborazione dell’agenzia di Content Marketing LUZ, che ha scelto per il video il regista Pietro Baroni.

Un ringraziamento particolare per il sostegno a Fondazione Cariplo.

 

04 Dicembre 2018
Condividi: